Inter – Palermo: statistiche e curiosità

Domenica sera al Meazza andrà in scena il ventottesimo scontro tra Inter e Palermo in Serie A. Lo score del match è decisamente dalla parte dei nerazzurri, che finora hanno totalizzato 19 vittorie, 8 pareggi e nessuna sconfitta. L’unica vittoria del Palermo al Meazza risale al 31 agosto 1980. Era una gara di Coppia Italia e terminò con il risultato di 1-2: gol di Calloni e De Stefanis per i rosa, di Muraro per l’Inter.

Nell’ultimo incontro disputato nel corso dello scorso campionato i nerazzurri vinsero per 3-0 con gol di Guarin e doppietta di Icardi. La gara probabilmente più entusiasmante è stato il 4-4 della stagione 2011/12, con gol di Mantovani e tripletta di Miccoli (e poker di Milito). L’anno precedente, invece, una doppietta di Pazzini e un gol su rigore di Eto’o annullarono il doppio vantaggio rosanero di Miccoli e Nocerino: fu una partita incredibile, con Pastore che prima colpì un palo e poi fallì un rigore, mentre Balzaretti all’ultimo istante venne fermato da una clamorosa doppia deviazione sulla linea di porta da Maicon e Julio Cesar.

Oggi, nonostante i 21 punti di differenza in classifica, entrambe le squadre stanno vivendo un momento negativo. Tanta confusione, sul campo e fuori. L’inter di Mancini è chiamata a vincere e convincere per cacciare la crisi che l’attanaglia, il Palermo ha bisogno di punti per rifiatare in questa difficile corsa alla salvezza.

Nelle ultime cinque uscite gli uomini di Iachini (e prima di Bosi, e prima ancora di Tedesco, e prima ancora di Vivani, e prima ancora di Ballardini) hanno totalizzato tre sconfitte e due pareggi. L’ultima vittoria dei rosa risale al 24 gennaio scorso contro l’Udinese (4-1). La difesa del Palermo risulta inoltre essere la seconda peggiore del campionato: ben 47 reti subite, meglio solo del Frosinone a quota 53.

Per quanto riguarda l’Inter, le ultime cinque uscite hanno fruttato due vittorie, un pareggio e due sconfitte. Ma a preoccupare è l’atteggiamento rinunciatario dei giocatori al centro della contestazione dei tifosi. Rotolata a 5 punti dal terzo posto, la squadra non ha alternative se non cercare di vincere il maggior numero di partite, sperando che chi la precede in classifica rallenti. Intanto questa sera gli uomini di Mancini affronteranno, per la seconda volta in tre giorni, la Juventus di Massimiliano Allegri nella semifinale di ritorno di Coppa Italia (all’andata finì 3-0 per i bianconeri).